2700 “una dimensione del fantasy tutta Italiana”

febbraio 15, 2014 in Books, Editoria che cosa ci vuoi fare, Io l'ho letto

                                                                                                                            2700images
“una dimensione del fantasy tutta Italiana”
verso gli inizi degli anni novanta, un gruppo di disegnatori e di sceneggiatori indipendenti,
decise di creare un nuovo tipo di fumetto, con un tipo di storia che andava a discostarsi in
maniera evidente messa a confronto con le pubblicazioni Italiane dell’epoca.
Infatti in quel periodo, era il decennio d’oro di varie serie fumettistiche di genere di
fantascienza e horror come Dylan Dog e Natan Never.
Questa serie si distingueva già dal titolo, che invece di avere nomi antisonanti recava solo
un numero, che voleva dire tutto come nulla, tale titolo era 2700.
questo singolare titolo era una specie di ambiguo enigma, infatti non si riusciva a capire se
questo numero era riferito all’anno di questo ipotetico mondo, oppure se era l’anno di un
eventuale futuro del nostro pianeta oppure una specie di numero sacro.
Questa serie si può definire a metà tra il fantasy e la fantascienza classica, dove mescola il
romanticismo e i duelli di cappa e spada la pronuncia di incantesimi tipici delle saghe
fantasy con la presenza di robottoni giganti armature potenziate veicoli tecnologici e
tecniche mediche cibernetiche tipiche delle avventure di fantascienza.
Quello che colpisce in primo piano questa serie sono i robot, che oltre ad essere
considerati una sorta di divinità meccaniche pilotati solo da una certa classe elitarià con
particolari abilità ed affinità con la macchina, la cosa che più rislata è il design, infatti essi
sono rappresentati come una sorta di enormi palazzi signorili, molti di essi infatti sono così
decorati da essere delle vere e proprie opere d’arte degne di Michelangelo il “maestro della
Pietra” del rinascimento. Una tale tipo di design nei mech era stato adottato sono in
Giappone e più precisamente nella serie Fantasy/Fantascienza di Five Star Stories.
Anche la trama è molto intrigante, perchè nonostante venga descritto come un mondo ove
regna una pace duratura grazie alla presenza dei “Golem” esso cela anche una parte
abbastanza oscura, infatti i nostri eroi protagonisti, sono fuggiaschi inseguiti da una sorta
di Inquisizione creata per evitare di sovvertire lo status quo.

La Storia2700-Alex-Dante 2700-fumetto-2
epoca e pianeta non ben definiti; in un numero si fa quasi l’idea che esso sia la Terra in un
futuro molto remoto sorto dalle ceneri di un enorme conflitto nucleare globale; gli stati
presenti, sono una sorta di regni feudali, tutti sotto il comando di un regno centrale
guidato da due organizzazioni una e denominata “chiesa Universale delle Made” e l’altra e
la “Santa Inquisizione”, infatti anche se i vari regni hanno totale autonomia per quanto
riguarda le tasse, le leggi e il governo, essi devono sempre dare parte dei loro appannaggi
alla “Chiesa” e cosa ancora più importante devono sottostare ai principoi sacri della
“Chiesa Univerale” ovviamente la pena per tale incuria, specialmente la seconda, è
passibile della rimozione a capo del governo del regno, ed in certi casi (molto spesso a dire
il vero), punibile con la moprte del reo.
Le Made in parole povere non sono altro che delle suore che oltre a ricevere
l’indottrinamento della Chiesa, alcune di loro hanno il potere di far funzionare il cristallo di
controllo dei Golem.
I Golem sono una delle tante testimonianze lasciate da quello che viene chiamato periodo
oscuro, sono una sorta di enormi Robot che vengono pilotati da due persone una la Made
che si occuopa di far funzionare il cristallo di controllo, mentre il “pilota” che è sempre un
nobile della casata al quale appartiene il Golem si occupa del movimento, infatti e grazie a
queste enormi macchine da battaglia che sia i sovrani dei vari regni che il potere centrale
dominano sulle masse.
Ma come scherzo del destino, andando avanti con l’evoluzione, sono venutisi a creare
quello che per la chiesa sono definiti delle “abberrazioni”, infatti da alcuni decenni
cominciano ad apparire quelli che vengono definiti “Fanti” ossia degli essere umani
androgini, ne’ uomo e ne’ donna, con un potere uguale se non superiore alle “Made”,
infatti essi oltre ad aver il potere di risvegliare i Golem i Fanti sono anche in grado di
poterli pilotare nello stesso momento, come una sorta di fusione perfetta tra uomomacchina.
Per questo che i Fanti vengono visti dalla chiesa come esseri demoniaci, in quanto il loro
potere è innato e non controllabile come le stesse Made, la chiesa ha ritenuto tali esseri un
pericolo non solo per i loro sacri insegnamenti, ma addirittura per il loro stesso potere che
essi hanno sulle popolazioni, per questo motivo la “Santa Inquisizione” grazie ai suoi “Dieci
Grandi Inquisitori” si adopera per scovare ed eliminare la minaccia dei Fanti.
È in questo scenario che i nostri protagonisti si muovono, essi sono Abel un musico e
poeta girovago che nasconde un grave segreto, egli è uno dei Fanti ricercati presso
l’inquisizione ed è per tale motivo che egli viaggia per le lande del pianeta senza fissa
dimora, i suoi compagni di viaggio sono, Behemot un grosso guerriero dalla pelle scura e
con alle spalle un terribile passato ed una sete di vendetta tale da renderlo una furia
inarrestabile in battaglia, duro come la roccia, ma leale verso Abel di cui ha un debito di
riconoscenza nei suoi confronti, il terzo componente del gruppo e un ragazzo che hanno
salvato dalle mani dell’inquisizione e della chiesa in quanto sospettato di eresia, altro
crimine punibile con la tortura e infine la morte, anche se fisicamente è stato
completamente curato da Abel la sua mente per colpa delle torture ne è uscita totalmente
sconvolta, infatti è stato obbligato a stare nella stessa cella del fratello morto, però molto
spesso a degli sprazi di lucidità che consentono a lui ed ai suoi compagni di viaggio di
uscire dalle situazioni più difficili; ma oltre a ciò egli ha la stessa abilità uguale o molto
superiore a quella di un saltimbanco e grazie ai suoi coltelli da lancio lo rende un
avversario letale contro chiunque gli si pari davanti o voglia far del male ai suoi nuovi
amici.
In questo scenario il nostro trio di eroi cerca di sopravvire giorno per giorno, e molto
spesso anche se a volte fanno i cinici dicendo che essi non sono eroi ma semplici
fuggiaschi, cercano sempre di riparare i torti che sia la chiesa che i signori dei vari regni
fanno verso le persone deboli ed indifese; ma oltre a ciò essi devono anche difendersi da
chi vuole sfruttare a loro vantaggio il segreto che Abel cerca di nascondere.
In mezzo a tali avventure i nostri eroi si fanno largo giorno per giorno senza mai perdere
la speranza.

2700SPECIALEFIEREFUMETTO003 2700_006
Curiosità
come detto prima tale serie è stata creata nei primi anni novanta come mensile e per un
certo periodo è uscita regolarmente, poi per qualche tipo di motivo, ne è stata sospesa la
pubblicazione.
Delle motivazioni di tale chiusura ne sono state fatte tante di ipotesi tra i fan, ma alla fine
quello che più conta è che tale serie ormai non esiste più, ed è un vero peccato in quanto
in un panorama fumettistico italiano 2700 era una delle poche pubblicazioni indipendenti
che avevano portato una ventata di vera novità