Sine requie

dicembre 3, 2012 in Podcast, Uncanny Playerz: Teach me Master

Utenti nerdevoli buongiorno e benvenuti al secondo appuntamento con i nostri test dei GDR cartacei!
Provato oggi per voi il famoso GDR survival horror tutto italiano Sine Requie!
Giunto alla sua seconda edizione, l’ambientazione è un secondo dopoguerra post apocalittico, circa 1955, dove i morti sono tornati dai loro giacigli per affondare i denti nella carne dei vivi.
Particolare per le ambientazioni – Il nuovo, quarto Reich tedesco; un Italia medioevale governata dal pugno di ferro dell’inquisizione vaticana; l’unione sovietica chiusa in immensi alveari metallici e dominata da un supercomputer, Sine Requie presenta anche un sistema di gioco unico, usando Tarocchi per determinare il fato dei personaggi, al posto dei classici dadi.
Questa sera i nostri avventurieri Daze, Max, Arussil e me (facente funzione di master) si sono trovati ad affrontare per la prima volta il gioco in una campagna introduttiva di sopravvivenza, costruita appositamente per iniziarli alla sopravvivenza e all’orrore della piaga zombesca.
Bando alle ciance, eccovi il video della diretta, ci scusiamo per i disagi causati da linee che cadevano e incomprensioni dovute alla distanza!